• LINEAEROTICA69

Solamente un istante. Di Lola

Tacco 12, uno stupendo tailleur grigio, una camicetta bianca trasparente e i capelli raccolti con qualche piccolo ricciolo che scendeva sul viso, era un giorno come gli altri, volevo iniziare la giornata molto presto per riuscire ad andare in palestra più tardi. 

Parcheggio e noto un'auto aziendale differente dal solito, mi preparo per entrare in ufficio, schiaccio il pulsante dell'ascensore ma sento un profumo forte e maschile da farmi girare quasi la testa quindi con gli occhi e con l'olfatto ricerco questo profumo da capogiro e trovo due occhi verdi e profondi e un grande sorriso... mi dice buongiorno....

Io sorrido e rispondo al saluto mentre arriva l'ascensore, saliamo entrambi e allunghiamo le mani nello stesso momento e le nostre dita si sfiorano.. un brivido percorre la mia schiena e mi sfugge un sospiro di piacere, sorrido all uomo che mi sta affianco, entrambi dobbiamo arrivare all'ottavo piano ma al terzo si blocca l'ascensore, la luce trema ed io sussulto un po' impaurita ma lui tende le sue braccia e in modo sicuro e veloce mi stringe a sé.. non posso fare altro che lasciarmi andare.. Alzo lo sguardo e vedo le sue labbra carnose leggermente socchiuse e mi assale la voglia assurda di baciarle in modo intenso.... Non so cosa mi stia prendendo, forse il profumo, il suo sguardo, la voglia di essere presa e amata in quel momento. Lui si avvicina lentamente, nella penombra dell'ascensore e il suo respiro è sempre più vicino, mi batte fortissimo il cuore, sento le sue mani forti stringermi più forte e la sua lingua avvolge la mia. Le sue mani calde tirano su la gonna.. mi lascio totalmente andare e mi ritrovo con le spalle attaccate all'ascensore e le sue dita che delicatamente giocano con il mio grilletto, non so cosa fare non è da me ma non posso fare a meno di farmi trasportare da questa sensualità maschile di un vero uomo delicato ma padrone....

Sento il rumore della sua cintura che si sbottona ed io con le mani lo aiuto. 

Ora lui capisce che sono totalmente sua... I pantaloni cadono nello stesso momento che scivolano giù le mie mutandine in pizzo. Sento il calore della sua cappella leggermente bagnata, sento che mi desidera e inizia a penetrarmi, mi sfugge un gemito, lui comanda, è dentro di me, mi mette la mano sulla bocca per non far troppo rumore e con un colpo deciso entra completamente dentro di me.... Facciamo l'amore  per la prima volta e penso anche l'unica volta.... Veniamo insieme mentre è dentro di me e il suo sapore e il suo profumo viene assorbito non solo dalla mia pelle ma anche dal mio respiro.  Dopo di che delicatamente mi aiuta a rivestirmi si ricompone anche lui e mi sussurra dolcemente all'orecchio " ero il tuo desiderio proibito come tu il mio Tienilo stretto dentro di te! " Le luci si accendono e l ascensore riparte , prendiamo strade differenti ma io mi fermo a guardare il suo passo deciso e sicuro, ad un certo punto si ferma mi guarda intensamente negli occhi mi sorride e ritorna nei suoi passi e guardando quel sorriso sento ancora il sapore delle sue labbra.. 

25 visualizzazioni1 commento